Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: A Parma la magia del CIRQUE INVISIBLE

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

LE CIRQUE INVISIBLE DI JEAN BAPTISTE THIERRÉE E VICTORIA CHAPLIN E ANNI ’70 DI GLORIA GAYNOR APRONO E’GRANDESTATE 2007 TEATRO REGIO DI PARMA

 

Parma, 25 giugno2007 – Accompagnata da uno straordinario seguito di appassionati che hanno affollato la biglietteria del Teatro Regio per potersi assicurare una poltrona sotto le stelle, decretando il record di presenze con oltre 18 mila spettatori annunciati, giunge al via la nona edizione E’grandestate, la rassegna di musica e danza, realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma e organizzata dal Teatro Regio di Parma, con il sostegno di Cariparma, Enia, Ascom Parma Confcommercio e con la collaborazione di Hotel Stendhal, Best Copy, L’albero d’Argento. L’atteso cartellone estivo animerà anche quest’anno le serate della città ducale dal 26 giugno al 26 luglio, con diciannove appuntamenti in compagnia di prestigiosi artisti nazionali e internazionali nello straordinario teatro all’aperto da oltre mille posti costruito nello storico cortile del Palazzo della Pilotta. Musicisti, danzatori, ballerini, stelle sotto le stelle a far brillare spettacoli di assoluto livello, nel desiderio di ritrovarsi all’aperto, in buona compagnia, magari dopo una giornata intensa di lavoro o di studio, per sciogliere le tensioni, alleviare lo spirito, assaporando in città l’arrivo delle prossime vacanze. Ecco dunque per un’estate frizzante e variegata, i grandi successi musicali interpretati dai protagonisti della storia della musica italiana e internazionale, la sensualità e i colori dei balli latini, le movenze sinuose del tango, le stupefacenti coreografie della danza. Una proposta ampia, in grado di incontrare e far incontrare generazioni, gusti e sensibilità diverse. Inaugurazione al Teatro Regio martedì 26 e mercoledì 27 giugno, ore 21. 30, con la magia de Le Cirque invisibile di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin. Un fantastico, immaginario circo invisibile, in cui i due artisti sono acrobati, fantasisti, illusionisti, funamboli prestigiatori, clown, musicisti di questo sorprendente e affascinante volo della fantasia. Nei loro numeri sorprendenti costruzioni e creazioni sceniche, valigie coloratissime dal contenuto più vario e una frotta di conigli, colombe, anatre protagonisti a proprio agio sul palcoscenico. Victoria danza sulla corda tesa, si lancia in volteggi mozzafiato con le funi, cavalca ippogrifi di sedie, si trasforma in magnifica donna-orchestra, eseguendo un concerto per bicchieri, tegami e cucchiai. Jean Baptiste compie acrobazie con le bolle di sapone, le colpisce con un martello facendole suonare a festa come campane. Poeticamente insieme dimostrando ancora una volta come l’incantesimo del Teatro trasformi la realtà delle cose e incanti lo spettatore. È la grande musica eseguita dal vivo da grandi interpreti della storia della musica italiana e internazionale a caratterizzare l’edizione 2007 di E’grandestate. Giovedì 28 giugno, ore 21. 30 la regina della disco music Gloria Gaynor aprirà gli appuntamenti musicali dì E’grandestate in Piazzale della Pilotta con il suo concerto presentato a Parma in prima nazionale. La serata, realizzata in collaborazione con Porretta Soul Festival, sarà aperta dal pianista e cantante Davell Crawford “The Prince of New Orleans” che offrirà un tributo ad Arturo Toscanini. Gloria Fowles incide il primo singolo She’ll be sorry nel 1965 per l’etichetta di John Nash, l’artista statunitense che la battezza con il nome d’arte Gloria Gaynor. Nel 1971 si unisce ad un gruppo della sua città, i Soul Satisfiers, e successivamente crea una sua band, i City Life. Nel 1974 conosce a New York il manager Clive Davis, con il quale firma per , entrando così nel mondo della discomusic incidendo il suo primo Lp Never can say goodbye dal quale viene estratto il singolo Honey Bee. L’album è il primo progetto discografico concepito espressamente per i club. La sapiente mano del grande Tom Moulton crea un disco senza interruzioni con tutte le canzoni in versione estesa, mixate una dopo l’altra, inventando una nuova forma di album concept che verrà preso a modello da moltissimi produttori. I due 33 giri successivi, Experience (1975) e I’ve got you (1976) decretano il definitivo successo dell’artista. Impressionante è l’elenco dei singoli che hanno raggiunto i primi posti delle hit parade di tutto il mondo: da Never can say goodbye a Reach out I’ll be there, How high the moon, Casanova Brown e naturalmente I will survive, il singolo più venduto ed inciso in oltre 20 lingue, arabo compreso, che le è valso nel 1980 un grammy Award come Best Disco Recording. Dal 1974 al 1981 incide un album all’anno, tutti presenti nella Top 40 Usa e in tutte le hitcharts del mondo. Www. Teatroregioparma. Org .

 

Da www.marketpress.info del 25/06/07

25/06/2007 22.14.49

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.