Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Il circo dei sogni di Victoria e Thierrée

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Il circo dei sogni
di Victoria e Thierrée

 

 

La coppia, lei figlia di Chaplin lui inventore dell’immaginifico Cirque Invisible, nei loro fantasiosi e teneri numeri

 

Lei è la figlia del grande Charlot e lui è suo marito. Victoria Chaplin e Jean Baptiste Thierrée non sono più degli adolescenti, lui appartiene alla generazione che ha visto la guerra di Spagna e poi la seconda delle guerre mondiali, ma sanno più dei bambini di oggi sognare e far sognare. Non con le tecnologie, il mondo virtuale o effetti speciali. Semplicente con il circo, il nuovo circo che quasi quarant’anni fa Thierrée ha rifondato senza attrazioni esotiche ma con la magia di gag, trucchi e acrobazie che ancora oggi sono il segno del suo Cirque Invisible, in arrivo alla Venaria Reale venerdì 22 e sabato 23 giugno alle 21,30 nello scenario naturale del parco della Reggia.

Compagni di vita e sulla scena: così si presentano i due protagonisti, con la loro voglia di stupire. Lui, classe 1937, affascina con i suoi modi di fanciullo, un fanciullino vecchio, istrionico e fracassone, un’esperienza messa al servizio di una continua parodia dei tradizionali spettacoli di prestigio agli antipodi lei, ammantata dall’aura che comporta essere figlia di una delle più celebrate icone della storia del cinema. Ci appare silenziosa, con il suo sguardo stupito, gli occhi spalancati e attoniti, i vestiti pronti a trasformarsi in pochi attimi in un fantastico zoo immaginario. Bisogna dimenticarsi di essere cresciuti, se non si è bambini, quando si guarda il Cirque Invisible. Tutto si svolge in un fluire apparentemente privo di ogni fatica, naturale e spontaneo come un trastullo, un circo venato di surreale con un’arte fatta di stracci e precisione, dove i due artisti sono allo stesso tempo i fantasisti, gli illusionisti, i funamboli, i prestigiatori, i clown, i musicisti di questo volo della fantasia.

Victoria danza sulla corda tesa, si lancia in volteggi mozzafiato con le funi, cavalca ippogrifi di sedie, si trasforma in una magnifica donnaorchestra eseguendo un concerto per bicchieri, tegami e cucchiai. Lui fa acrobazie con le bolle di sapone e poi le colpisce con un martello e le bolle suonano a festa come campane, testimone di come l’incantesimo del teatro possa trasformare la realtà delle cose. Sono insieme in scena dal 1971, i coniugi Thierrée. Prima lui aveva lavorato con Barrault e Peter Brook, nel ’65 fonda una sua compagnia teatrale con spettacoli da Gogol e Jacques Sternberg. Poi vengono il maggio del ’68 e le lotte politiche. Dopo, la prima compagnia di circo con il nome di Cirque Baptiste, in seguito Le Cirque Imaginaire.

E’ qui che la storia di Thierrée s’incrocia con la bellissima e talentuosa Victoria, sorella della più famosa Geraldine e di altri sei fratelli che Chaplin ebbe dalla terza moglie, Oona O’Neill. Per capirci, Victoria è anche nipote di Eugene O’Neill, uno dei più importanti drammaturghi del ‘900 (tel. 800329329).

 

Da del 21/06/07

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.