Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Piove di Sacco (PD) Circo: un orso bianco contro gli animalisti in sit-in

FESTIVAL DI LATINA

PIOVE DI SACCO (PD) – CIRCO: UN ORSO BIANCO CONTRO GLI ANIMALISTI IN SIT-IN

 

Gli animalisti di LAV, LAC, ENPA e ANTA hanno protestato contro un circo a Piove di Sacco (PD). I circensi hanno risposto con spintoni, minacce e hanno “usato” un orso bianco.

PIOVE DI SACCO (PD) – Erano circa una trentina gli animalisti appartenenti alle associazioni LAV, LAC, ENPA ed ANTA che ieri, nell’area dell’ex foro boario, hanno inscenato una protesta contro un circo. Dopo avere esposto un grande striscione riportante lo slogan “W il circo senza gli animali”, gli animalisti hanno imbracciato il megafono ed hanno spiegato al pubblico cosa si nasconde dietro gli spettacoli che fanno uso di animali: giornate rinchiusi all’interno di gabbie appena sufficienti per contenerli, intervallate da estenuanti sedute di addestramento, durante le quali gli animali devono prodursi in esercizi contrari alla loro etologia, fino allo sfinimento, fino ad impararli alla perfezione, pena le punizioni inferte dagli addestratori.

Le associazioni animaliste sono tutte concordi nel sottolineare che la diffusa sensibilità sociale non può più accettare che, per puro tornaconto economico, gli animali siano utilizzati come fenomeni da baraccone. E’ tempo che il nostro progresso culturale metta al bando l’uso degli animali nei circhi. Alla stregua di quanto accaduto nel secolo scorso, quando gli esseri umani con gravi malformazioni fisiche, venivano esposti al pubblico ludibrio allo scopo di arricchire i loro sfruttatori. Ad un certo punto l’evoluzione culturale ha fatto si che tali spettacoli venissero messi fuori legge. Gli animalisti oggi chiedono lo stesso trattamento per i circhi che fanno uso di animali, nulla di più!

“La nostra protesta, regolarmente autorizzata, si è svolta nella tranquillità più assoluta – dichiara Massimo Vitturi responsabile LAV di Padova – fino a che non abbiamo cominciato a volantinare su terreno pubblico, nei pressi dell’ingresso del circo. Da quel momento i circensi sono andati su tutte le furie. Sono stati spintoni, inviti non proprio garbati ad andarsene di lì, fino ad arrivare a minacciare di morte uno degli attivisti”

Solo l’intervento dei Carabinieri della Stazione di Piove di Sacco ha garantito che la scomposta reazione dei circensi non degenerasse ulteriormente. Dopo pochi minuti di calma apparente, i circensi sono però tornati all’attacco. Con l’evidente intento di provocare gli animalisti hanno esposto, facendolo percorrere il marciapiede all’esterno del circo, un esemplare di orso bianco.

“Gli animali cosiddetti pericolosi, tra i quali rientra anche l’orso bianco, devono essere detenuti in condizioni di rigorosa sicurezza – sottolinea Vitturi – il comportamento dei circensi ha messo a repentaglio la pubblica incolumità e per questo motivo a breve depositeremo una querela contro quel circo”.

Si prefigurano quindi strascichi legali ad una protesta che in questi giorni riceve comunque un riconoscimento istituzionale. Presso la VI commissione del Consiglio Regionale del Veneto infatti, è allo studio una proposta di legge che vieti l’attendamento dei circhi che fanno uso di animali su tutto il territorio regionale.

“Una proposta sottoscritta da tutte le componenti politiche che speriamo venga approvata in fretta – conclude Vitturi – dimostrando che il Veneto, per quanto riguarda l’uso degli animali nei circhi, è sicuramente un esempio da estendere su tutto il territorio nazionale.

 

Comunicato stampa della Lav apparso sul sito www.assud.it il 05/02/07

 

Se vuoi vedere l’articolo originale

clicca qui

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.