Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Cerchi, tazze, pertiche è l´arte dell´acrobazia

FESTIVAL DI LATINA

Cerchi, tazze, pertiche è l´arte dell´acrobazia

di Anna Tonelli 

Per la spettacolarità è stato definito il «gemello» asiatico del Cirque du Soleil, la formazione che ha svecchiato la tradizionale formula del circo, conquistando un pubblico vasto e di tutte le età. Senza animali, ma con tanti artisti impegnati nei numeri più acrobatici, il Circo di Pechino è approdato al Parco Nord, unica tappa in Italia, per presentare fino al 14 gennaio uno spettacolo che unisce alla tradizione circense cinese il gusto per la modernità (doppia esibizione giornaliera, ore 16 e 21 info. 347/2267486 – 348/0056243 www.circodipechino.com).
Ventisei artisti, fra giocolieri, acrobati, contorsionisti, mimi, interpreti del folclore si alternano in 20 «quadri» che spaziano dalle acrobazie alle pertiche ai cappelli matti, dai giochi con le tazze ai verticalismi, dall´acrobatica con i cerchi alle danze dei leoni figurati. Di grande successo sono i numeri di «Chinese streamer», le «Diablo Girls», «Paletes spinning» e l´«Antipodista». Il gran finale è affidato da una coreografia ad effetto con tutti i protagonisti impegnati sulla pista.
Gli artisti che si esibiscono a Bologna hanno frequentato una scuola che li ha resi professionisti dopo anni di duro addestramento. Entrare nelle palestre circensi di Pechino è considerato un privilegio riservato solo a coloro che siano disposti a sottoporsi alla rigida disciplina della scuola. Le capacità tecniche e individuali sono affinate con un allenamento che impegna gli allievi fino a 15 ore di esercizio giornaliero. Il risultato è una squadra affiatata e speciale che da anni gira il mondo per far scoprire uno spettacolo che contende il primato ai russi, considerati gli indiscussi protagonisti del circo – spettacolo.
Il complesso circense allestito al Parco Nord è suddiviso in due strutture, la prima di accoglienza, dove si può accedere alla hall riscaldata, con uno spazio riservato ai bambini per giocare con i gonfiabili. Di lì si entra nel tendone principale che è una struttura realizzata con tecniche d´avanguardia, con il telo disegnato con sistema computerizzato per consentire agli spettatori seduti in qualsiasi posizione la migliore visibilità possibile della pista, nella tribuna con più di 2000 posti a sedere.
Lo spettacolo è organizzato in collaborazione con il Ministero della Cultura Cinese, in un rapporto di scambio culturale in cui anche l´arte circense costituisce patrimonio del paese. 

 

da: “La Repubblica“, 27/12/2006 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.