Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Striscione degli animalisti contro circo e radio

FESTIVAL DI LATINA

Tappezzata la sede di Bella&Monella con scritte contro l’uso degli animali negli spettacoli circensi, inoltre l’invito via Internet a mandare e mail di protesta
Striscione degli animalisti contro circo e radio
La direzione sporge denuncia a caranbinieri e polizia postale e accusa: «Si parla tanto di civiltà poi ci sono questi squallidi atti di vandalismo»
Castelfranco

Radio Bella & Monella presa di mira dagli animalisti perché sostiene “American Circus”, della famiglia Togni, contribuendo alla promozione dei suoi spettacoli in giro per il Veneto. Ieri mattina, è stato trovato uno striscione sul cancello che fa accedere alla sede della radio, in via Delle Mimose, con su scritto: “No al circo – Boicotta chi lo sostiene!!! 100\% animalisti.” A fianco di questo due manifesti, e su questi la scritta: “No al Circo!!!!! Gli animali non si divertono.” E, sotto a quest’ultima scritta, la rivendicazione: “www.centopercentoanimalisti.com Tel. 347.8889522 Unica cultura: azione-attivismo-liberazione animale.” Il fatto, come testimoniato dal video registrato dal sistema di videosorveglianza della radio, è avvenuto alle 2,15 della notte tra mercoledì e giovedì. Ieri mattina, i lavoratori dell’emittente hanno ripulito il portone e la direzione ha sporto querela ai carabinieri, oltre che alla polizia postale. Anche a quest’ultima perché dal sito di 100\% Animalisti hanno invitato a mandare mail di protesta alla radio, che già dalla prima mattinata ha cominciato ad essere bombardata di messaggi. Sul sito degli animalisti, si legge: “La scorsa notte 100\%Animalisti ha tappezzato la sede di Bella & Monella a Castelfranco, la sede dall’agenzia di pubblicità Media90 a Cadoneghe, l’ingresso dell’ex foro boario di Padova, dove si attenderà il circo americano, e le principali scuole elementari di Padova che fungono da sedi logistiche per lo sbigliettamento circense La radio è lo sponsor ufficiale del circo, ma non solo, la radio è di proprietà di un noto cacciatore e amico dei pellicciai.” Ferma accusa da parte dell’emittente castellana: “Gli animalisti proclamano tanto la civiltà – afferma Paolo Baruzzo -, ma fanno questi atti di vandalismo squallidi. Il circo è nato con gli animali e abbiamo avuto modo di vedere come gli animali siano trattati bene e quanto amore la famiglia Togni dedichi loro. La nostra radio e il circo non fanno altro che creare delle occasioni di svago e di divertimento per le famiglie. Loro hanno fatto soltanto un atto di inciviltà plateale, incuranti del rispetto altrui. E dopo nel loro statuto scrivono che i loro scopi saranno raggiunti in maniera democratica” Dell’ufficio stampa dell’ “American Circus” dicono: “Gli animali stanno molto meglio nel nostro circo che in tanti zoo, sono accuditi meglio dei bambini. Se agli animalisti non piace il circo, facciano a meno di venire, ma non creino il terrore tra la gente che invece lo apprezza e decide di andarci.”Matteo Ceron

 

 

da: “Il Gazzettino di Treviso”, 17/11/2006

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.