Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Il clown Miloud per Fondazione Cariplo

FESTIVAL DI LATINA

Il clown Miloud per Fondazione Cariplo

 

Il famoso attore che da anni si dedica al recupero dei ragazzi di strada rumeni si esibirà oggi a Milano al centro Cariplo di via Romagnosi 6

 

Il 19 ottobre, nell’ambito del convegno internazionale DARE UN FUTURO ALLE OPPORTUNITA’ organizzato da Fondazione Cariplo, sarà il clown franco-algerino Miloud Oukili a portare la propria testimonianza con un intervento previsto per le ore 16.30 dal titolo Mettiamo insieme i nostri saperi e creeremo la bellezza.

Dopo lo spettacolo dei Ragazzi di Bucarest in scena al Teatro Litta di Milano lo scorso lunedì, offerto dalla Fondazione Cariplo, Miloud si conferma un testimone importante in un ambito come quello della due giorni del convegno, che presenta le migliori esperienze internazionali nel campo della filantropia.

E’ infatti esemplare la storia complessa e intensa di questo trentaquattrenne di padre algerino e madre francese, che dieci anni fa creava a Bucarest, dove aveva svolto il servizio civile e dove aveva conosciuto una realtà inattesa, Fondazione Parada. Il clown (che fin da piccolissimo ha studiato arte circense alla scuola di Annie Fratellini) è riuscito, con il suo naso rosso e i suoi giochi, ad avvicinarsi ai bambini romeni che vivono nei canali, a cui ha insegnato i primi segreti dell’arte del circo. Dopo qualche anno ha poi deciso di fondare una struttura locale e indipendente in cui sviluppare attività di reinserimento sociale. In questo decennio centinaia di giovani sono riusciti a lasciare la strada, hanno ripreso a studiare o lavorare e hanno iniziato, finalmente, a guardare al futuro con speranza.

Oggi una cinquantina di ragazzi fanno parte di una compagnia di clown che gira l’Europa proponendo spettacoli nelle scuole, nelle piazze e negli ospedali per raccontare la loro storia, i loro sogni, successi e difficoltà. Ormai da sette anni i Ragazzi di Bucarest vengono in tournée in Italia, all’interno della campagna “Un naso rosso contro l’indifferenza”, per incontrare giovani e famiglie. Alla Fondazione Parada voluta da Miloud tanto tempo fa si è oggi affiancata , che ha sede a Milano: Parada Italia si occupa principalmente delle persone emarginate nella città di Bucarest, in particolare dei giovani in situazione a rischio di emarginazione sociale e dell’infanzia abbandonata, soprattutto dell’infanzia di strada sradicata dalla famiglia e allontanata dalla scuola.
Un’unità mobile gira ogni notte per le strade di Bucarest per fornire assistenza socio-sanitaria.
Nel centro diurno i ragazzi ricevono cibo, assistenza medica e psicologica, frequentano corsi di formazione scolastica e professionale, laboratori di giocoleria e acrobazia. Negli appartamenti sociali, destinati a coloro che scelgono di abbandonare la strada, possono organizzare la propria vita con regolarità ed una équipe di educatori e psicologi fornisce loro il supporto per il reinserimento scolastico e lavorativo, grazie anche all’Ufficio Formazione Lavoro Apel.
Il progetto prevede inoltre il reinserimento dei ragazzi nelle loro famiglie, grazie ad interventi di sostegno. Dal punto di vista operativo sono state 13 le settimane di tournée organizzate durante il 2006 e altre 5 si svolgeranno dal 2 novembre al 7 dicembre.

Oggi Miloud, oltre a raccontare la sua esperienza, mostrerà anche la “chiave” attraverso la quale è arrivato al cuore dei ragazzi romeni, introducendo la testimonianza con un breve spettacolo. Ecco il programma completo:

19-20 ottobre 2006, Centro Congressi Fondazione Cariplo in via Romagnosi 6 a Milano.
GIOVEDI’ ore 16.30:
“La filantropia a sostegno dell’arte” Francesco Merloni, Fondazione Aristide Merloni, Fabriano
“Il caso di Fondazione Dynamo e Hole in the wall” Video intervista a Paul Newman
“La difesa dei diritti delle donne e dei bambini in Malawi” Vera Chirwa, Malawi
“Mettiamo insieme i nostri saperi e creeremo la bellezza” Miloud Oukili
L’INCONTRO E’ APERTO A TUTTI

 

Da vita no profit del 19-10-06

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.