Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

REALITY CIRCUS SPOSTATO ALLA DOMENICA SERA

circo david

REALITY CIRCUS SPOSTATO ALLA DOMENICA SERA

 

TERREMOTO IN CASA MEDIASET. REALITY CIRCUS VIENE SPOSTATO ALLA DOMENICA SERA

 

 A CAUSA DEL FLOP DI “FORMULA SEGRETA” DI AMADEUS, “FATTORE C” VIENE SPOSTATO AL PRESERALE. LIBERATASI LA SERATA DOMENICALE REALITY CIRCUS PASSA A QUESTA SERATA COME PREVISTO INIZIALMENTE.

AV


Canale 5 Bonolis, «Fattore C» in prima serata Al posto di «Formula segreta»

 

«Cambia il preserale di Canale 5: da lunedì – annuncia Mediaset in una nota – viene affidato a Paolo Bonolis con «Fattore C», caratterizzato da numerose novità per la striscia quotidiana». Il game prende così il posto di «Formula segreta» ma Mediaset «ribadisce la propria fiducia in Amadeus che, dopo aver condiviso questa decisione, inizia a lavorare sin da ora a un nuovo progetto che andrà in onda su Canale 5». «L’impegno quotidiano del preserale, naturalmente non consente a Bonolis – continua l’azienda – la parallela conduzione del programma di prima serata e pertanto la domenica sera «Fattore C» sarà sostituito da «Reality Circus» che, dopo il buon esordio di lunedì contro Miss Italia, completerà un palinsesto che sta dando ottimi risultati». Mediaset nella nota rivendica il suo successo. «Nelle prime due settimane del periodo di garanzia (3 settembre-16 settembre) – sottolinea la nota – Canale 5 è stata la prima rete in tutte le principali fasce orarie sul target 15-64 anni (oltre che sul pubblico complessivo)».

 

Da La Provincia di Como del 22-09-06

 

 

 

TV: SACCA’, E’ , TUTTO E’ POSSIBILE

 

TV: SACCA’, E’ , TUTTO E’ POSSIBILE
SITUAZIONE ASCOLTI CONFUSA MA NOSTRA FICTION E’ FORTE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 22 set – “La stagione è confusa, stiamo assistendo alla caduta degli dei. Tutto è possibile, noi siamo molto tranquilli”. Lo ha detto il direttore di Rai Fiction, Agostino Saccà alla presentazione della miniserie su ‘Joe Petrosino’ con Beppe Fiorello, che andrà in onda nel prime time di Raiuno domenica 24 e lunedì 25 settembre. Della concorrenza (il 24 settembre ‘Joe Petrosino’ si scontrerà con ‘Circus’ su Canale 5, spostato alla domenica, e probabilmente lunedì con ‘L’onore e il rispettò) e della rivoluzione di palinsesto all’ammiraglia Mediaset Saccà non vuole dire nulla ma sottolinea che “é stata una partenza di stagione assolutamente anomala, con un anticipo di palinsesto di tre settimane da parte di Mediaset. Mettere in campo prodotti costruiti per una platea di 27-30 milioni in un momento in cui il pubblico è di 17-18 milioni non solo non è una ottimizzazione ma genera sconcerto nel pubblico. A questa confusione che c’é nella stagione non è estraneo questo anticipo che la concorrenza legittimamente ha fatto”. “Anche noi – continua il direttore di Rai Fiction – potevamo seguire questo anticipo con prodotti più forti ma sarebbe stato sbagliato perché avremmo contribuito a generare confusione nel pubblico. Il nostro Barbareschi (‘Giorni da leone 2’ cancellato dopo una partenza al 12% ndr) pensavano fosse una replica, quando lo rivedremo in onda farà il 23-24%. Il vero nostro concorrente è anche l’Altro” ha precisato Saccà riferendosi evidentemente al boom delle tv satellitari. E poi, ha concluso a proposito di ‘Joe Petrosino’: “il nostro prodotto è molto forte, arriva in una situazione confusa ma farà sicuramente la sua parte”. (ANSA).

 

Da Prima Comunicazione del 22-09-06

 

La formula del flop

 

Amadeus stop: si punta sul fattore Bonolis

 

 

ROMA – Canale 5 ci mette una pezza, anzi una doppia pezza. Visti i chiari di luna e, soprattutto, i dati di ascolto di queste prime tre settimane di garanzia era inevitabile. Vittima designata il neoacquisto Amadeus con il suo deludente quiz troppo complicato (ma non brutto), rifutato dal pubblico (un 15 per cento di media) e che, perdipiù, stava affondando il Tg5 (ormai distanziato dal Tg1 di sette punti). Al posto di Formula segreta da lunedì arriva l’invenzione di un’ambulanza condotta da Paolo Bonolis: il suo Fattore C lascia la prima serata (dove stava zoppicando) e si trasforma in appuntamento quotidiano. La scommessa è quella di trasformare il rischio di un flop (e, magari, di un’altra chiusura) in rimedio: accorciato e sveltito, il game show accusato di essere il clone di Affari tuoi (Rai e Endemol hanno protestato, ma ancora non hanno effettuato passi giudiziari) potrebbe riprendere fiato e, fra l’altro, data la somiglianza fra il gioco dei pacchi e quella dei busti famosi, logorare indirettamente anche il programma di Raiuno.
Si tratta, comunque, di una soluzione temporanea: l’impegno di Bonolis è di condurre Fattore C in versione preserale per un mese e mezzo soltanto, il tempo cioè di studiare un nuovo format da affidare ancora ad Amadeus. Lo scambio è reso possibile dal fatto che i due hanno in comune lo stesso manager, Lucio Presta. D’altra parte, Paolo non vuole sentirsi troppo legato al quiz (il suo cuore batte soprattutto per il doppio impegno con Il senso della vita ) e, così, anche Amadeus ha la garanzia di non essere scottato da questo rapido debutto dopo il suo arrivo da Raiuno. Infatti allo studio c’erano anche due ipotesi definitive: la sostituzione di Formula segreta con Cultura moderna di (che ha coperto benissimo l’estate con il 27 per cento di media e da lunedì va in vacanza) o con lo sperimentato Il milionario condotto da Gerry Scotti.
Lo spezzettamento di Fattore C consente a Canale 5 (che avrà il nuovo direttore, Massimo Donelli, dal 16 ottobre) anche di effettuare un altro spostamento, quello di Reality Circus . Lunedì scorso il programma condotto da Barbara D’Urso aveva debuttato in modo niente affatto lusinghiero (con il 17,45 per cento di share che è un risultato sicuramente molto inferiore alle attese): ora verrà spostato alla domenica, mentre lunedì dovrebbe andare un’altra puntata di L’onore e il rispetto .
Una rivoluzione, quella decisa ieri dopo una lunga riunione a Cologno, necessaria per tamponare le sorprese di una stagione che ha già lasciato sul campo parecchie vittime e che sta facendo pagare alle reti (non solo quelle Mediaset) i parecchi errori di programmazione. A cominciare dall’inzeppamento inverosimile di reality. A rimetterci è, per esempio, l’ Isola dei famosi che, rispetto al già non esaltante debutto, ha perso quattro punti alla seconda puntata (con il brivido dell’eliminazione di Fernanda Lessa): 20,76 per cento di share e poco più di quattro milioni di spettatori. Il tutto in una serata televisiva che ha premiato le reti satellitari, Sky ha sfiorato il 10 per cento in primetime (9,86), ha sorprendentemente fatto sfiorare a un canale locale come 7Gold il 2 per cento (1,90), ma non aveva fra le reti generaliste programmi fortissimi. Basta dire che Raiuno con Superquark ha viaggiato su un misero 11,80 e ’onore e il rispetto su Canale 5 è stato leader con il 23.

 

Da Il Messaggero del 22-09-06

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.