Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Manca una settimana a Reality Circus

TANTI AUGURI CRISTEL TUCCI

“Attenti,siamo le sorelle circensi”

 

Benedicta e Brigitta: in gara in coppia

 

 

Fu Boncompagni, qualche anno fa, a plasmarle nella scatola catodica rendendole due Barbie: erano i tempi di Pronto chi gioca, per intenderci. Ora Benedicta e Brigitta Boccoli, dopo un periodo in cui le loro strade artistiche si sono divise, riannodano i loro destini televisivi sbarcando per la prima volta in casa Mediaset con Circus. “Sfideremo in coppia gli altri concorrenti”, rivela Benedicta. “Sono negata per la giocoleria”, ribatte Brigitta.

Chi l’avrebbe mai detto che l’arte circense potesse avere anche questo potere? Risvegliare nei vip, attraverso i meccanismi del reality, il trapezista o il domatore che è in loro. Le sorelle Boccoli ancora devono mettere a fuoco l’attitudine verso una di queste discipline che incantano sotto il tendone gli occhi dei più piccoli e degli adulti.

“Un po’ tutti noi dobbiamo ancora capire i nostri punti di forza. Io pensavo di essere brava con la giocoleria, le famose tre palline da far roteare alla velocità della luce, ma ho scoperto invece di essere proprio negata”, racconta Brigitta che però corregge il tiro con una punta di ottimismo. “Me la cavo di più con il filo e le verticali”.

“Le performance con la palla gliela lascio volentieri”, scherza Benedicta, la sorella più grande. “Io però le palline me le sono portate a casa per allenarmi come una brava allieva, devo stare attenta al mio ginocchio che non gode di ottima salute. Comunque diciamolo: sono venti giorni che proviamo e fra tutti siamo proprio negati”. Allora perché proprio il circo? “Questo reality è un talent-show, è un modo per imparare anche questo tipo di arte, quella circense appunto, in una cornice affascinante: il circo è un po’ un carrozzone che si muove come il teatro”, argomenta sempre Benedicta che non a caso cita il teatro, suo terreno artistico privilegiato in cui si è cimentata con il musical (vedi Can Can) e opere come Anfitrione e Pluto.

Interviene Brigitta: “Non faccio distinzione fra cinema, televisione e teatro. Lo spettacolo è lo spettacolo e il circo mi mancava, la sua arte è antica. E’ la nostra prima volta in Mediaset, siamo cresciute in Rai. Qui ci sentiamo in famiglia, in Rai per lavorare è più complesso perché subentrano dinamiche diverse come quelle politiche”.

Brigitta avrà una parte anche nel film natalizio firmato Vanzina con Boldi e Salemme, Olè. “Boldi si innamora perdutamente di me e Salemme mi strappa dalle sue braccia”, anticipa la biondissima showgirl che per quanto riguarda invece il reality condotto da Barbara D’Urso ha già ben chiaro chi fra i concorrenti è il rivale più tosto. “Sicuramente Pierluigi Coppola, da tanti anni fa anche il giocoliere. Comunque nei reality non è solo la bravura a determinare l’andamento del gioco ma anche la personalità”. “Io ho trovato molto in gamba anche Sabrina Ghio, la ballerina di Amici”, spiega Benedicta.

“Come capogruppo vedrei bene Rosita Celentano, anche Ciccio Graziani, davvero simpatico. Valeria Marini è stata una vera e propria scoperta: è simpatica, indipendente, un po’ folle. Si cimenta in tutto, è davvero brava”, spiega Brigitta a ruota libera. C’è una frase che Benedicta ha scritto sul suo sito Internet: “Nel carattere dell’uomo è il suo destino”. “Il mio carattere? Ho un grande senso del lavoro, ho sempre bisogno di imparare e fare, ma non amo gettarmi in pasto ai pettegolezzi. Sarò controcorrente, ma credo che un artista debba essere prima di tutto contenuto e non solo contenitore. Il mio prossimo obiettivo professionale? Magari una sti-com brillante”.

Federico Pini

Da Tgcom del 11-09-06

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.