Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Il Comune di Torino dichiara guerra a chi maltratta gli animali

STEACY GIRIBALDI DA .....

TORINO,IL COMUNE DICHIARA GUERRA A CHI MALTRATTA GLI ANIMALI

 

Nuovo regolamento di tutela per evitare crudeltà e incuria

 

Torino, 29 ago. (Apcom) – Strisce pedonali riservate alle colonie feline, multa a chi non concede almeno tre passeggiate ‘igieniche’ al proprio cane che non potrà essere mai sottoposto a ‘mutilazioni estetiche’ come il taglio di coda ed orecchie. E ancora: divieto di tingere il pelo degli animali di affaticare eccessivamente il cane costringendolo a inutili corse accanto al padrone in bicicletta o in motorino prescrizioni ferree sul tipo i cuccia che, se posta all’esterno degli edifici, dovranno essere impermeabilizzate e sollevate da terra. Sono queste alcune delle prescrizioni contenute nel nuovo regolamento per la ‘Tutela degli animali’ della città di Torino. La normativa, in tutto 16 pagine in cui si declinano ben 44 articoli, entrerà in vigore il prossimo 26 ottobre e contiene una sorta di decalogo sulla civile gestione del rapporto tra uomo e animali domestici. Sotto la ‘Mole’, inoltre, saranno vietati sial’isolamento continuato degli animali sia l’addestramento se questo presupporrà l’uso della violenza e sarà assolutamente proibito anche usare cani o altri animali come strumento di accattonaggio. Per le sanzioni, che verranno comminate da vigili urbani, guardie zoofile e guardie ecologiche volontarie anche ‘su segnalazione’ di terzi, si andrà da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500, fatto salvo il ricorso ad articoli del codice penale nel caso di maltrattamenti o utilizzo di animali per combattimenti o scommesse. I possessori di cani, poi, dovranno portare sempre con sè il documento che ne attesti l’iscrizione all’anagrafe canina o il certificato di tatuaggio o l’adozione del microchip identificativo. I cani infine potranno entrare negli esercizi pubblici purchè con guinzaglio e museruola e sotto la ‘vigile responsabilità’ di proprietari e conduttori. Nessuna tutela, invece, per i pesci rossi che potranno ancora essere confinanti nella alienante boccia di vetro ma il comune ha promesso di intervenire presto anche sulla materia. Con il regolamento per la ‘Tutela degli animali’ che, tra l’altro, non ha avuto vita facile in sede di approvazione poichè fu oggetto, la scorsa primavera, di diatribe politiche ed di una valanga di emendamenti, Torino imporrà anche norme per l’uso di animali nei circhi. Si tratta, non solo a giudizio degli animalisti, di una normativa importante anche a livello di educazione generale. Come ha ammesso l’assessore comunale all’Ambiente, Domenico Mangone, prevede “controlli forse difficili da realizzare. L’importante, però, – ha ricordato – è stato stabilire delle regole e metterle neo su bianco. Il resto poi sta alla sensibilità della gente”.

 

Da Apcom del 29-08-06

 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.