Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Il «piuFestival» continua con la clownerie

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Il «piuFestival» continua con la clownerie

 

Giocoleria e clown a Brescia, «piuFestival» prosegue così. Al Teatro Sociale si replica alle 21 «Paï Saï» (che vuol semplicemente dire «dove vai» nella lingua del Laos), lo spettacolo che è stato presentato in prima nazionale da Vincent de Lavenère e dalla sua compagnia Chant de Balles. L’artista francese, che si è formato al Centro Nazionale delle Arti del Circo di Châlons-en-Champagne, ha trasposto la propria esperienza d’insegnante in Laos, Cambogia e Vietnam in questo lavoro che evoca sonorità asiatiche mescolate alle grida dei pastori dei Pirenei, terra d’origine. Dall’incontro tra le tradizioni francesi e i rituali del Laos nasce l’autoritratto coreografico di un viandante della giocoleria, capace di far roteare in aria otto palle alla volta. Ma «piuFestival» si espande anche al Teatro di Piazza Boni, dove stasera, domani e dopo alle 22.15 va in scena, in prima assoluta, «L’Augusto» di e con Stefano Jotti (nella foto, in un recente spettacolo), liberamente tratto da «Il sorriso ai piedi di una scala» di Henry Miller e da «Clown» di Federico Fellini. L’Augusto e «il bianco» sono i due tipi più noti di clown. Il bianco è il furbo, l’abile, mentre l’Augusto è la sua spalla goffa, il bambinone mai cresciuto che giocherella e combina guai. Secondo una visione più simbolica abbracciata da Jotti, il clown bianco rappresenta la società con le sue regole, l’Augusto è il ribelle che contesta. Dall’incontro dei due, dal confronto tra gli opposti, nasce questo spettacolo in equilibrio giocoso tra comico e drammatico interpretato da Jotti in coppia con Marco Arancini, il musicista con cui divide la scena. PAI SAI e L’AUGUSTO al Sociale e al Teatro di Piazza Boni a Brescia, nell’ambito del «piuFestival» biglietti 11 € tel. 030.2808600 www.piufestival.it

 

Da ViviMilano.it del 25-06-06

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.