Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Addio Scaramacai, amico clown

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

È morta giovedì a 86 anni Pinuccia Nava, attrice comica che inventò il famoso personaggio

 

Addio Scaramacai, amico clown

 

Con le sorelle aveva ideato un Trio di grande successo negli anni ’40 e ’50

 

Milano

È morta giovedì a Milano, all’età di 86 anni, Pinuccia Nava attrice comica e stella della TV degli anni ’50. Già ieri i funerali si sono svolti, nella Chiesa del Gesù Buon Pastore in via Caboto.

Pinuccia è stata una grande stella della rivista degli anni 40 e 50 e poi intrattenitrice di successo alla Rai con il suo personaggio più famoso, il clown Scaramacai, adorato dai bambini. Figlia e nipote d’arte (il padre era Giuseppe Ciocca comico di café-chantant e la madre Giorgina Nava di famiglia circense) la carriera di Pinuccia Nava inizia da giovanissima facendo da spalla negli spettacoli comici del padre”brugnoletto”, soprannome datogli da Trilussa. Diana, la rossa, era la “soubrette”, Lisetta “la ballerina eccentrica” e Pinuccia “la comica”, con l’inevitabile “Attacca, boia!” con cui ordinavano al direttore d’orchestra di dare il via alla musica.

Nel 1940 insieme alle sorelle Diana e Lisetta (che poi sposò il maestro Aldo Bonocore) formò il comico Trio Nava con cui raggiunge grande fama.

Nel 1943 le tre sorelle lavorano con Nino Taranto ne “Il romanzo di un povero giovane”, nel ‘ “Pirulì Pirulì” di Garinei e Giovannini, con Campanini e Rabagliati, e nel ’47 con Macario in “Le educande di San Babila”. Nel 1952 dopo varie tournée all’estero le Nava riuscirono a trionfare burlandosi del “duce” in “Dinanzi a lui Tre Nava tutta Roma”, parodiando un verso di “Tosca”.

Il successo non le abbandona e quando nel 1954 il Trio Nava si scioglie, dopo aver frequentato radio, cinema e lavorato con Totò, Macario, fabrizi, Wanda Osiris e Manfredi, Pinuccia inizia a lavorare nella neonata Rai dove porta la magia del circo e del teatro comico grazie al clown Scaramacai.

Scaramacai diventa subito l’idolo di moltissimi bambini che ne seguono appassionatamente le vicende in TV e che trasformano Pinuccia in un personaggio trasversale, caro sia ai genitori, che l’avevano conosciuta con la rivista, sia ai più piccoli.

Diventa famosa la sua frase “Mi sun Scaramacai, nel bel mezzo dei suoi guai, mi sun Scaramacai, cumbinu sempre guai”, con voce roca, mentre il personaggio entra nel linguaggio di uso comune, indicando una persona pasticciona o anche una donna eccessivamente truccata, ed entra anche in alcuni caroselli pubblicitari.

Al personaggio di Scaramacai si ispirò poi anche Sandra Mondaini per il suo “Sbirulino”.

Pinuccia Nava ha continuato a lavorare in Rai fino al 1971, anno in cui decise di ritirarsi dal mondo dello spettacolo.

R. S.

 

Da Il Gazzettino on line del 24-06-06

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.