Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: VENETO: COVI E DEGANI, CIRCHI SENZA ANIMALI

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

VENETO: COVI E DEGANI, CIRCHI SENZA ANIMALI

 

(ASCA) – Venezia, 19 giu – La crisi dello spettacolo circense
e’ dovuta in parte alla concorrenza di altri tipi di
intrattenimento ma, in buona parte anche al fatto che la
crescente sensibilita’ animalista del pubblico gradisce
sempre meno l’impiego di animali costretti a vivere in spazi
angusti e ad esibirsi in esercizi contrari alla propria
natura. Ne sono convinti i consiglieri regionali Carlo Covi
(SDI) e Barbara Degani (FI) che, insieme, hanno presentato un
progetto di legge che vieta a tutte le imprese circensi e
dello spettacolo nonche’ a tutte le imprese straniere
transitanti nel territorio dello Regione, l’allevamento, la
detenzione anche a soli fini espositivi, l’addestramento e
l’utilizzo di animali a scopo di lucro e per l’esposizione e
lo svolgimento di attivita’ di intrattenimento. Dall’entrata
in vigore della legge le imprese avranno sei mesi di tempo
per comunicare alla direzione Ambiente della Regione, il
numero, il sesso, l’eta’ e la possibilita’ di nuova
collocazione degli animali posseduti. Una collocazione che
verra’ vagliata e decisa da un’apposita commissione regionale
formata da esperti, rappresentati dei circhi e amministratori
locali, che avra’ anche il compito di vegliare
sull’applicazione complessiva della norma.
”La nostra proposta – affermano Covi e Degani – non si
limita a vietare l’uso degli animali, ma vuole anche
incentivare la riconversione delle imprese circensi
aiutandole a sviluppare nuove forme di spettacolo senza
l’impiego di animali”. Per questo obiettivo la proposta
prevede un fondo (100.000 euro per il 2006) per la
concessione di forme di credito agevolato per l’acquisto e
ristrutturazione di attrezzature finalizzate non solo alla
riconversione dello spettacolo circense ma anche al teatro
viaggiante di marionette e burattini.
fdm/cam/rs

 

Da ASCA del 19-06-06

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.