Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: A Brescia “Più Festival”

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Lo spettacolo «Terrain vague» debutta questa sera al teatro Sociale per «PiùFestival». Di scena la compagnia francese Käfig
Danzando sulla terra di nessuno
Dalle «banlieus» francesi un cast multietnico con il coreografo Merzouki

 

di Antonio Sabatucci

 

Il sound e il colore della banlieue parigina saliranno stasera alle 21.30 sul palcoscenico del teatro Sociale con lo spettacolo «Terrain Vague», presentato in prima nazionale dalla Compagnia Käfig del francese Mourad Merzouki a PiuFestival, la rassegna di spettacoli del Comune di Brescia organizzata da Gigi Cristoforetti.
Il «terrain vague» è quello spazio incolto che sta tra i palazzi della periferia, un non luogo nel cuore del paesaggio urbano magari in attesa di nuovi insediamenti. «Una certa nostalgia mi lega a questo tipo di luogo – dice Merzouki – dove ognuno può venire in tutta libertà, costruire, distruggere, giocare, creare. Un luogo di passaggi, di incontri, di vie. Da giovane era il mio spazio di giochi».
Da questa nostalgia il coreografo francese di origine araba fa nascere il suo spettacolo che, sul piano linguistico, sta al confine tra l’hip hop e il circo, tra la danza di strada e le acrobazie circensi, anzi ne costituisce una contaminazione. Gli artisti che partecipano allo spettacolo, infatti, sono danzatori, acrobati e attori. E di tutti i colori.
Quando Merzouki andò in scena al teatro Jean Vilar di Suresnes, nella banlieue parigina, con quei danzatori e danzatrici black, blanc e beur (neri, bianchi e arabi), l’Express scrisse che sembravano la pubblicità Benetton.
Mourad Merzouki, 36enne, è nato a Lione nel quartiere di Saint-Priest, una di quelle periferie dove bianchi e «beurs» sono in eterno conflitto e dove il Front National di Jean-Marie Le Pen la fa da padrone.
Il piccolo Mourad ha cominciato all’età di sette anni con le arti marziali. Il suo incontro con la cultura hip hop, a quindici anni, suscita in lui l’interesse per il mondo della danza e della coreografia, che egli poi approfondisce lavorando con Maryse Delente, Jean-François Duroure e Josef Nadj, riuscendo a trasportare con successo (alla Biennale della danza di Lione) l’hip hop dalla strada al palcoscenico senza snaturarlo.
Nel 1996 fonda (che in tedesco e in arabo vuol dire «gabbia») e nel 2004 viene nominato Cavaliere delle arti e delle lettere dal ministro della cultura francese.
Gli interpreti di «Terrain Vague», insieme a Mourad Merzouki, sono Carima Amarouche, Mickaël Arnaud, Rémi Autechaud, Kader Belmoktar, Olivier Boyer, Vincent Gomez, David Rodriguez e Jennifer Suire. I musicisti sono Frédéric Peyron (fisarmonica), Yuri Mardones (percussioni e voce) e Aurélien Galichet (chitarra e violino).
Lo spettacolo replica anche domani (domenica 18 giugno) al Sociale sempre alle ore 21.30, poi cederà il passo a «Recital», l’altro titolo con cui è presente nel cartellone di PiuFestival, che starà al Sociale lunedì 19 e martedì 20 giugno.
Il biglietto costa 11 euro il ridotto, 9 euro per i bambini (fino a 14 anni), 6 euro. I possessori della tessera Piucard (che costa 10 euro) possono acquistare il biglietto a 6 euro. Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Manifestazioni del Comune di Brescia, telefono 030 2808066.
Sempre per il PiùFestival, stasera al Centro Lucia di Botticino, alle 19.30 e alle 22, va in replica lo spettacolo «Erection».

 

Da BresciaOggi del 17-06-06

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.