Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Padova pensa ai diritti degli animali

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

DIRITTI DEGLI ANIMALI

 

La presentazione del progetto di servizio itinerante dell’Enpa, per raccogliere e curare animali maltrattati e abbandonati, è stata l’occasione per l’assessore all’ambiente, Francesco Bicciato, per annunciare il “nuovo corso” del Comune in materia di tutela di quelli che dovrebbero essere gli “amici” dell’uomo.

«Dalle dichiarazioni di principio – ha detto Bicciato – si passa ora a iniziative pratiche. Puntiamo all’approvazione di un regolamento comunale sui diritti degli animali e sui doveri dei possessori. Prima c’erano solo alcuni articoli a regolare questa materia, ora stiamo elaborando una disciplina organica. Abbiamo incontrato le associazioni ambientaliste e animaliste e steso una bozza all’esame ora degli uffici tecnici».

Primo esempio dell’impegno dell’amministrazione il sostegno al progetto che l’Enpa realizzerà grazie alla concessione di un furgone in comodato gratuito per quattro anni da parte dell’associazione “Madre Terra”. «Il costo – ha spiegato il presidente, Massimo Spreafico – verrà sostenuto dagli sponsor con la loro pubblicità sul mezzo».

Un progetto importante per l’Enpa padovana che si avvale dell’opera di volontari che, fino ad ora, per recuperare animali feriti e maltrattati si sono dovuti servire di mezzi privati. «Ogni anno – ha detto il presidente, Luigi Cusin – percorriamo circa 20mila chilometri, in oltre 700 ore di servizio». Presto, ha annunciato l’assessore Ruggero Pieruz, l’Enpa avrà una sede nelle vicinanze di via del Commissario, una base per l’associazione che riceve in un anno circa 5.000 segnalazioni telefoniche, il 20\% delle quali riguarda casi di maltrattamenti di cani, gatti, ma anche asini e caprette. «Aspettiamo con ansia il regolamento» ha sottolineato Cusin. E a proposito del regolamento, un ostacolo alla sua applicazione potrebbe venire dal fatto che metterebbe di fatto “fuori legge” i circhi. «Studieremo il problema – ha detto Pieruz – si potrebbero inserire standard di gestione degli animali per queste strutture».

Cristina Fortunati

 

Da Il Gazzettino on line del 15-06-06

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.