Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: IL CIRCO DI MOIRA ORFEI A CATANIA

FESTIVAL DI LATINA

VECCHIO, CARO, SFAVILLANTE CIRCO

 

IL CIRCO DI MOIRA ORFEI A CATANIA

 

Che sorpresa! E’ tornato il circo. Sì, quello sfavillante nei costumi ed entusiasmante nello spettacolo. Già, quasi quello di un tempo, quando grandi e piccini accorrevano sotto il tendone per vedere da vicino tigri ed elefanti, assistere alle acrobazie degli ‘uomini volanti’ e ridere dei clown.

Già, una sorpresa. Perché ormai da tanti anni siamo stati abituati ad assistere a numeri circensi dove lo spettacolo è modesto, a causa dei bilanci economici sempre più magri. Grande rispetto per chi vive questa passione, ma ormai la maggior parte dei circhi, prova a riproporre solo malinconici numeri in nome dei vecchi splendori.
Ed invece, con la celebre Moira Orfei, ritorna la magica atmosfera del circo, quello vero, quello di un tempo. Ha piantato le tende infatti alla Plaia di Catania la sua carovana (in città sino al 2 aprile), con circa 180 tra artisti e addetti ai lavori. «Siamo una delle maggiori e più longeve realtà circensi in Europa – precisa la fascinosa Moira Orfei – e ci teniamo a mantenere alto il nome e il prestigio della nostra famiglia. Lo spettacolo è diverso rispetto a un tempo, una sorta di musical, con l’orchestra dal vivo, ma sia chiaro, nel pieno rispetto della tradizione circense».
E il circo di Moira Orfei non ha smentito le aspettative. Tre ore di spettacolo puro dal titolo «Brivido, animali e sensazioni», hanno entusiasmato la platea, accorsa già numerosa al debutto etneo. Classica l’atmosfera sotto il tendone: accoglienza in sintonia con la tradizione, fotografi, sorrisi per tutti, clown, animatori, uomini nell’impeccabile livrea rossa. Comincia lo spettacolo e ad aprire le esibizioni sono gli acrobati, poi entrano i cammelli, seguiti dai cavalli di Stefano Nones Orfei che entra in pista in sella ad uno splendido stallone nero: e Irene, 11 anni, sguardo sbalordito e occhioni increduli, esclama ad alta voce: “Che meraviglia, sembra Zorro!”
Ma la felicità dei bambini è anche il piacere dei grandi se è vero che la signora Angela Madera, 62 anni e Angela Fiorentino, 58, contengono a stento il loro entusiasmo. «Ci volevano queste belle sensazioni per tornare indietro nel tempo». E i nipotini? «Magari li porteremo un’altra volta».
Quindici minuti di pausa per visitare lo zoo e poi è di nuovo spettacolo, s’accendono le luci e la musica fa da apripista per l’ingresso degli elefanti, il ventriloquo, i funamboli che cantano mentre eseguono gli esercizi: un’altalena di emozioni senza sosta, se non quella esilarante dettata dai clown.
«Il clown non si ferma mai. Il nostro è un lavoro senza pausa, siamo una sorta di collante», spiega, il clown Saly Gyula, 38 anni, in compagnia dei suoi compagni, la moglie Elisa Pellegrini, il padre Vittorio, detto Patata e il piccolo Victor di appena 6 anni, nella loro accogliente roulotte.
«Il piccolo Victor sarà il prossimo clown in famiglia – continua Gyula – è una tradizione. Da bambini impariamo tutte le attività circensi – continua il clown – poi ognuno sceglie autonomamente la propria strada se poi sei bravo riesci anche a diventare famoso. Anche se il circo si è modernizzato – precisa Gyula – è necessario che la figura del clown rimanga sempre vicina al modello tradizionale».
Amano il loro lavoro gli artisti del circo e sono una grande famiglia: uomini e animali, tutti insieme.
«La vita circense – spiega Stefano Nones Orfei – è affascinante ma anche molto dura: non ti annoi mai, ma spesso diventa difficile lasciare gli amici e le cose care. Noi cresciamo insieme con gli animali, come si fa a non amarli, fanno parte della nostra vita». Stefano ha la stessa età dei suoi elefanti e le sue tigri sono nate in casa: «Non si può chiedere nulla ad un animale – conclude – se non gli si dona amore».

Lucy Gullotta

da , 18 Marzo 2006

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.