Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Il Comune invita a non andare ad un Circo

FESTIVAL DI LATINA

Tendenza positiva Nel 2003 staccati253 mila cartelloni abusivi Nel 2005 ne sono stati tolti altri 214.430

 

di SUSANNA NOVELLI del Campidoglio «tirata a lucido», con l’impiego di una nuova idropultirice è solo l’ultimo intervento messo in atto dall’ufficio del Decoro urbano, dipartimento «speciale» creato dal sindaco Veltroni circa quattro anni fa per la lotta al manifesto selvaggio, alle scritte e agli atti vandalici che deturpano muri, edifici, giardini e perfino monumenti della città, e della quale ieri si è tratto il bilancio finale e annunciare nuove, significative iniziative come, ad esempio, i nuovi bandoni in lamiera che impediscono l’affissione di manifesti sui piloni della Tangenziale. «Spesso il decoro non si vede – commenta Veltroni – ciò che dà all’occhio è, giustamente, il non decoro, scritte o manifesti sui muri non sono una cosa normale e, per questo, ci si accorge subito della loro presenza. Va comunque evidenziato il fatto che, i fenomeni di affissione abusiva, di atti e scritte vandaliche sono in dimunuzione». E, infatti, i dati forniti dall’ufficio del Decoro urbano, ad esempio per quanto riguarda i manifesti, confermano questo trend positivo: nel 2003 sono stati defissi 253 mila manifesti abusivi con una percentuale del 71,66 per cento e un costo di 476 mila euro. Nel 2005, invece, i manifesti defissi sono stati 214.430, pari al 36 per cento. Un calo significativo, che può essere di buon auspicio alla partenza di una stagione che vedrà tre campagne elettorali succedersi da qui a giugno. Anche se i dati dei mesi di gennaio e febbraio,con 129.125 manifesti defissi con una percentuale del 34,73 per cento, non fanno gridare alla vittoria della lotta a manifesto selvaggio. Anche perché, se per cartelloni e manifesti comunque dei risultati concreti si stanno ottenendo, la lotta contro fogli e locandine affisse praticamente ovunque sembra essere ancora più difficile da portare avanti. Basti pensare che i fogli defissi nel 2003 sono stati 353.035, nel 2005 il dato è cresciuto a 589.407 e nei primi due mesi del 2006 si è arrivati già a defiggere ben 371.756. «Vorrei fare un appello ai cittadini – ha incalzato Veltroni – di non andare a quegli spettacoli che si fanno pubblicità in questo modo barbaro. Proprio in questi giorni, infatti, un circo ha riempito i lampioni e i pali della via Prenestina per il suo spettacolo: spero che i cittadini diano un messaggio forte e non vadano a vederlo». Diversi dunque gli strumenti utilizzati per ripulire alcune parti della città particolarmente sensibili, come il Muro Torto e est. «Si è trattato di un lavoro impressionante – ha commentato il vice capo gabinetto, Luca Odevaine – sulla tangenziale abbiamo trovato manifesti affissi su altri manifesti in un numero impressionante. Basti pensare che abbiamo tolto spessori di carta di e ritrovato sollo a queste pile manifesti che risalgono addirittura alla morte di Berlinguer». Un lavoro certosino, «durato giorni – ha specificato il responsabile del Decoro Urbano, Mario Schina – per un impiego di 1124 ore di lavoro». Sembrano funzionare, poi, i deterrenti ideati dal Campidoglio, come i bandoni in lamiera che impediscono l’affissione sui pilastri della Tangenziale: «Abbiamo iniziato a metterli anche lungo la via Prenestina – ha annunciato Schina – in futuro rivestiremo anche i piloni di vial Palmiro Togliatti e della A24».

 

Da Il Tempo del 05-03-06

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.