Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: A Verona il circo Niuman

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

 

Equilibristi, acrobati, clown e tanti numeri nello show ospitato a San Michele. Stasera una sorpresa

 

Un brindisi sotto il tendone

 

Con il circo Niuman

 

Lo “charivari” iniziale, ovvero la presentazione degli artisti con piccole prodezze, dà subito conto di come sarà lo spettacolo: giovane e frizzante. E infatti il circo Niuman, che sino all’11 gennaio propone i suoi spettacoli (due al giorno: alle 16.30 e alle 21.15) nel piazzale di San Michele extra (un’area destinata all’edificazione e presto non più disponibile per gli spettacoli viaggianti), offre uno spettacolo fatto soprattutto da nuove leve del circo italiano provenienti dalle famiglie Niemen e Busnelli, con alcuni buoni numeri e due pagliacci dalla comicità semplice ma molto efficace, che sostengono il ritmo al posto della regia. La pista non è molto grande e lo stesso chapiteau è raccolto, dando una piacevole sensazione di vicinanza al pubblico, peraltro numerosissimo al debutto.
Per l’ultimo dell’anno, la pista del circo Niuman si trasformerà in discoteca, per uno speciale saluto al nuovo anno. Dopo lo spettacolo con gli artisti del circo e gli animali, a mezzanotte è previsto dunque un brindisi con spumante e panettone e poi tutti in pista per una notte di ballo e di divertimento, con giochi a premi per grandi e piccoli (informazioni al numero 368.3525568)
È un affascinante numero equestre ad aprire il programma con nientemeno che Zorro, al secolo Donald Niemen, che guida sei cavalli in libertà e fa sembrare quasi umane le movenze del nero Tornado in una sequenza di alta scuola. Uno dei numeri più originali ed apprezzabili è sicuramente Mr. Anthony e i suoi pappagalli ammaestrati, che vanno a far la spesa al supermercato, pattinano, ballano e molto altro: bambini (e non solo) incantati. Altri momenti forti sono l’equilibrismo sui rulli di Yuri Caveagna, arrivato fino a sette rialzi e a otto rulli sovrapposti, con uno sforzo perfino visibile di mantenere l’assetto del corpo l’antipodista quattordicenne Caroline, giocoliera con i piedi più agili delle mani, la bella verticalista Suyen e il funambolo Erik Niemen, 17 anni, già capace di salti mortali sul cavo d’acciaio. E ancora, il numero di “trapezio Washington” (cioè a testa in giù) di David Busnelli, non sempre agganciato alla longia di sicurezza.
Non manca la troupe di acrobati dell’Europa dell’Est, la zona da dove proviene la maggior parte degli artisti di questa specialità. Qui è un gruppo ungherese, i Titan, in due diversi numeri di acrobatica a terra e di pertiche, non originali nella composizione ma con ottimi salti dall’altalena. Apprezzati soprattutto dai bambini gli animali esotici, cammelli e dromedari, lama e il piccolo ippopotamo Pippo, guidati ancora da Donald.
Dicevamo dei clown: sono Banana e Polpetta, ovvero i due cognati Arcangelo Busnelli e Kevin Niemen, naso rosso, scarpe enormi e una buona vena comica che ritma lo spettacolo con brevi incursioni tra un numero e l’altro, prendendo in giro gli artisti di cui tentano di ripetere le prodezze, allentando così la tensione, o cimentandosi in un improbabile incontro di boxe.

Daniela Bruna Adami

 

Da L’ Arena di Verona del 31-12-05

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.