Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Questa sera a Brescia, debutta il Florilegio di Darix Togni

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Debutta stasera nell’area di San Polo il «Florilegio di Darix Togni», che nei giorni delle vacanze natalizie vuole suscitare antiche magie

 

Il palazzo di tela del circo-teatro

 

Luoghi e numeri della tradizione rivisitati tra nostalgia e ironia

 

Debutta questa sera alle 21 nell’area spettacoli viaggianti di San Polo (uscita A4 Brescia Centro) il Circo Darix Togni che propone il suo «Florilegio». Gli spettacoli, con biglietti a partire da sette euro, proseguiranno fino al 15 gennaio, tutti i giorni alle 16.30 e alle 21, info 0303531345. Le domeniche e l’Epifania alle 11, ci sarà anche uno spettacolo della durata di un’ora. Lo spettacolo proposto dagli artisti della famiglia Togni è un concentrato di tutte le discipline classiche del circo: dai trapezisti volanti agli acrobati, dai giocolieri ai funamboli, dagli equilibristi ai clown. Non possono mancare le sfilate di animali esotici: giraffe, cammelli, elefanti, ippopotami, rinoceronti, pantere. E lo spettacolo è anche la storia teatrale d’un clan familiare e circense, e un’accurata riproposta del vecchio circo con costumi, dettagli e numeri d’epoca, all’interno d’un vero «palazzo di tela» – che accoglie 1.500 spettatori – su struttura portante in legno, rivestimenti di velluto, il palco reale, giochi di luce come in un vero teatro d’opera (e circo parigino dell’Ottocento), con le lampade che evocano i vecchi globi a gas. Lo spettacolo, basato sul gusto un po’ intimista delle piccole cose, si propone di introdurre lo spettatore in un mondo di fiaba, dove le esagerazioni dei «fenomeni» del circo vengono proposte con autoironia, creando un gioco sottile che lega per l’intera rappresentazione artisti e pubblico. Nello spettacolo tutto assume un tempo, una collocazione paradossale e un po’ felliniana. Il Florilegio è una sorta di magico villaggio viaggiante – ideato negli anni ’90 da Livio, Corrado e Davio, i figli del celebre Darix Togni scomparso nel 1976 – in cui sembrano diventare realtà tutti i nostri sogni più nascosti, folli ed effimeri: passeggiare fra cammelli e giraffe, rinoceronti ed ippopotami, accarezzare un canguro o visitare il carrozzone della chiromante vedere le giostre della Belle Epoque o cenare nell’antico e suggestivo buffet tra cimeli d’altri tempi al suono del piano, del violino, o della fisarmonica. I Togni e i loro compagni d’avventura si presentano come eterni bambini che vogliono tener vivo lo stupore magico del circo così come l’hanno vissuto i nostri nonni, ma reggendosi in equilibrio tra la nostalgia d’un’eterna infanzia, nello spirito bizzarro e lunatico tramandato al cinema da Fellini, e insieme con sottile, moderna ironia…

 

Da Il Giornale di brescia del 23-12-05

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.