Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

MOIRA INIBISCE IL “FALSO CIRCO MASSIMO”

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

MOIRA ORFEI E WALTER NONES INIBISCONO IL FALSO “CIRCO MASSIMO”

 

QUEL CIRCO MASSIMO NON E’ DI MOIRA ORFEI

 

IL CIRCO DI MAVILLA LAERTE ALLA FIERA E’ STATO COSTRETTO DAL TRIBUNALE DI PALERMO A TOGLIERE TUTTE LE INSEGNE SEQUESTRATI I MATERIALI PUBBLICITARI

DIFFIDATA L’UNICEF PRESSO LE SCUOLE DI PALERMO A DIFFONDERE IL MATERIALE PUBBLICITARIO

 

Un altro fenomeno di usurpazione di marchio in danno di Moira Orfei e Walter Nones.

Dilaga a Palermo, dopo i falsi circhi Orfei, è stato denunciato alla Procura della Repubblica Laerte Mavilla,  (già usurpatore del nome Orfei) “Quel circo Massimo alla Fiera non è nostro” dichiara Moira Orfei che dopo oltre 10 anni di assenza ritorna con il suo vero “Circo Massimo” a Palermo per festeggiare i suoi  50 fantastici anni di carriera.

La città di Palermo in questi giorni è stata tappezzata di manifesti pubblicizzanti il “Circo Massimo – Il Festival Internazionale del Circo” di Mavilla Laerte (si tratta di pubblicità ingannevole).

Ma il G.D. della Sezione proprietà Industriale del Tribunale di Palermo, dott.ssa Marinella Laudani, su ricorso della famiglia Orfei, inibisce l’uso del marchio “CIRCO MASSIMO” a Mavilla Laerte alla Fiera del Mediterraneo.

L’istanza, avanzata dall’Avv. Marina Bonfiglio – specializzata in diritto della proprietà industriale ed intellettuale – nell’interesse di Moira Orfei, Walter Nones e Pista 2000 s.r.l., è stata accolta dal G.D. per palese usurpazione di marchio registrato e concorrenza sleale.

In sostanza, il Mavilla ha usurpato il marchio Circo Massimo, ben noto al pubblico per il programma televisivo trasmesso da RAI TRE dal Circo Orfei, per identificare e pubblicizzare l’attività del piccolo circo in concomitanza con il lancio pubblicitario effettuato da Moira Orfei per il prossimo debutto a Capaci (Palermo) del 13 gennaio 2006.

Ed oltre a sfruttare gli investimenti pubblicitari di Moira, il finto Circo Massimo ha ingenerato nel pubblico, nelle scuole, nelle istituzioni, presso gli enti (come ad esempio l’Unicef) confusione con la sua pubblicità ingannevole tendente ad identificare il suo circo con quello di Moira Orfei.

L’Avv. Bonfiglio ha ottenuto dal tribunale di Palermo anche il sequestro di tutto il materiale pubblicitario recante il finto marchio CIRCO MASSIMO e il ritiro e l’oscuramento della pubblicità.

La famiglia Orfei ha dunque ancora una volta vinto l’iniziativa legale, intrapresa anche a tutela del diritto dello spettatore palermitano a non essere sviato dalla pubblicità menzognera.
Ufficio Stampa Circo Moira Orfei

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.