Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: Klinke, ecco il circo-teatro

SUELLEN SFORZI NUOVA AVVENTURA IN …..

Klinke, ecco il circo-teatro

 

SAVIGNANO – Il “nuovo circo” (nouveau cirque) unisce la magia di un mondo poetico a quella del teatro. Milo e Olivia, al secolo Milo Scotton e Olivia Ferraris, si sono formati in scuole circensi. Da quattro anni, coppia anche nella vita, hanno avuto il coraggio di formare una propria compagnia dedita al “circo-teatro”. Sono loro gli ideatori e i protagonisti di Klinke, lo spettacolo che inaugura questa sera la nuova stagione del teatro Moderno di Savignano.Una scelta non casuale, quella voluta da amministrazione e da Cronopios lo spettacolo intende dare il segno del nuovo cartellone: teatro e fantasia, un binomio che, unito alla concretezza, diventa sinonimo di creatività. Klinke è una storia narrata senza parole, ma con l’uso di scale, di scatole, di valigie. Un teatro legato al gesto, al corpo, alla giocoleria, ad una tecnica rigorosa di equilibri e porteur. Questa sera al posto di Olivia, sarà Anna Paola Lorenzi a duettare con Milo. Olivia infatti è in dolce attesa di un bebè ora al quinto mese di gestazione, ha appeso la… valigia al chiodo (momentaneamente) soltanto dieci giorni fa: “Olivia sta bene – conferma Milo – questa sera sarà con noi a Savignano. Ma la pancia cresce e non sarebbe più credibile nel ruolo di innamorata al primo appuntamento”.Nato in Veneto 27 anni fa ma cresciuto a Torino, Milo amante delle discipline del corpo in movimento, ha voluto approfondire la tecnica, ed è riuscito ad entrare nella famosa Ecole Nationale de Cirque di Montreal in Canada, quella da cui è nato il Cirque du Soleil. “Fra 180 candidati, sono stato uno dei 5 italiani ammessi. Sono stati tre anni di alta specializzazione”. Milo si è trovato, ancora allievo, nel numeroso cast di “Ombra di luna” uno spettacolo… galeotto.È lì infatti che ha conosciuto Olivia Ferraris, proveniente dall’accademia Galante Garrone. Olivia, di Cesenatico, 24 anni, è la primogenita della famiglia ideatrice del Microcirco. Dopo alcuni spettacoli con il grande carrozzone del Cirque du Soleil, i due hanno sentito il bisogno di approfondire anche la parte teatrale, e per un anno hanno affrontato una full immersion in una scuola specializzata in California.Oggi la compagnia Milo e Olivia, che ha scelto di vivere nella campagna astigiana, è forte di una preparazione completa, come racconta il futuro papà: “L’esperienza americana ci ha aperto un mondo nuovo ai personaggi dei nostri spettacoli possiamo ora apportare anche profondità psicologica”.Secondo voi il circo-teatro soppianterà il circo tradizionale? “È un errore pensare questo – risponde Milo – . Semmai è un’evoluzione, basata su una filosofia diversa del circo. Uno spettacolo aperto anche ad artisti che non provengono da famiglie circensi, come è sempre avvenuto nel circo. Credo piuttosto ad una sana competizione, dove l’uno potrà trarre nuove idee dall’altro tipo di circo. Come è avvenuto per il numero dei ‘tessuti aerei’ nato nel Cirque du soleil e trasportato in quello tradizionale”.Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Info: 0541-943960.

Claudia Rocchi

 

Da Corriere Romagna del 13-12-05

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.