Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: “Il circo, la mia vita”

golden

Il rosolinese giampaolo maltese   dopo il diploma risponde alla sua vera vocazione
«Il circo la mia vita, giro il mondo divertendo gli altri»

Giampaolo Maltese al circo

Dopo due anni il circo torna a Rosolini, ma questa volta sotto il tendone del «Città di Roma», tra clown, acrobati, domatori e animali feroci, si esibirà anche un giovane rosolinese. E’ Giampaolo Maltese, un ragazzo di 19 anni, che fin dalla più tenera età ha fatto del circo la sua ragione di vita. Rimasto incantato da quel magico mondo, a soli 4 anni decise che da grande avrebbe fatto il giocoliere.
Da allora iniziò a farsi accompagnare dai genitori a tutti gli spettacoli e a registrare i programmi televisivi così da carpire ai circensi esperti il segreto per lanciare in aria palline, clave, torce infuocate, cerchi e farli roteare, disegnando ardite traiettorie. Con passione e tenacia, tentativo dopo tentativo, Giampaolo ha acquisito quell’arte e ha iniziato ad esibirsi con vari circhi in Sicilia, in Italia e all’estero. Ma per gli impegni scolastici poteva indossare il costume da giocoliere e provare l’ebbrezza del tendone dai mille colori solo nei fine settimana e in estate. Adesso Giampaolo si è diplomato all’Istituto tecnico industriale con 83/100 e nulla lo può più fermare.
Corre verso quella vita da artista girovago che ha sempre sognato: «Dopo un’esibizione ad Acireale– dichiara con entusiasmo – partirò per Zagabria dove ad attendermi c’è il “mio” circo, l’Acquatico Bellucci. Prima della partenza darò un saluto agli amici e a tutti i concittadini esibendomi a Rosolini il 30 e il 31. E’ la prima volta che faccio il mio numero di fronte ai rosolinesi e questo mi dà gioia ed emozione».
Nonna Concetta è molto triste al pensiero che non potrà vedere tutti giorni il nipote che per lei è come un figlio. I genitori, ormai, se ne sono fatti una ragione vedendo in Giampaolo questa passione travolgente: «Non ho rimpianti – afferma il giovane giocoliere – sento che devo partire. Il mio sogno è di alzarmi la mattina presto in una roulotte, conoscere gente diversa, girare per il mondo dando allegria con i miei numeri. Mi basta stare sotto il tendone per essere felice, mi piace persino l’odore della segatura, dei pop corn, dello zucchero filato . Spero tanto che i giovani tornino ad apprezzare il circo perché il divertimento non è solo la discoteca o il pub, ma è anche la battuta di un clown o l’esibizione dei giocolieri. Ci sono bambini che mi chiedono cos’è il circo perché non ci sono mai stati. Penso che sia un’esperienza fantastica che tutti dovrebbero fare per conoscere un mondo veramente unico di serenità e di svago».
Cecilia Galizia
(da “La Sicilia.it”, 26/08/2005)

 

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.