Circusfans Italia

IL PORTALE DEL CIRCO ITALIANO

Stampa: “L’ODISSEA DEL CIRCO RINGLAND”

golden
 

L’ODISSEA DEL CIRCO RINGLAND

Tigri, elefanti ed ippopotami in fuga dalla neve

di MAURIZIO MARINUCCI

PERGOLA L’arca di Noè abbandona la montagna innevata e trova riparo in pianura, anche se le tigri siberiane avrebbero gradito rimanere ancora qualche giorno in alta quota a terminare la settimana bianca. Liberati dalla morsa della neve grazie all’aiuto disinteressato di alcuni privati, i componenti e gli animali del circo Ringland avevano ricevuto il permesso dal sindaco di Pergola, Giordano Borri, di entrare e trovare ricovero nella palestra comunale, ma sono stati bloccati sulla porta a causa dell’inagibilità dell’impianto. A quel punto Franco Polacchini, responsabile del circo, ha deciso di annullare i programmi e di cercare fortuna a Monteporzio: «E’ incredibile, il sindaco ci aveva dato il permesso di entrare in una palestra che non è agibile. Sono stati giorni difficili per noi abbandonati in mezzo alla neve nella zona industriale di Pergola. Per fortuna il signor Bardeggia ci ha liberato disinteressatamente con i mezzi della sua azienda. Gli siamo veramente grati – spiega – perché siamo cinquanta persone con la responsabilità di quattro bambini e alcuni anziani tra cui una novantenne. Tra gli animali ci dava qualche preoccupazione l’elefante africano, ma lo abbiamo dotato di stufa, appositamente ideata, e paglia per tenerlo al caldo e non ha avuto problemi. Anche i cavalli erano ben sistemati nei loro ricoveri. Nessun problema per gli ippopotami, mentre le tigri siberiane sembravano essere tornate a casa e si sono divertite un mondo a giocare tra la neve. Alla fine abbiamo dovuto annullare gli spettacoli che avevamo in programma a Pergola e abbiamo deciso di migrare a Monteporzio, dove ci sono appena 5 centimetri di neve, e dove esordiremo venerdì alle 21 e replicheremo sabato e domenica».
La conferma dell’inagibilità della palestra-piscina di Pergola arriva dalla cooperativa “La Macina”, che gestisce l’impianto e che ha ricevuto comunicazione dall’amministrazione provinciale, che ne è proprietaria, di chiudere per qualche giorno. Proprio ieri mattina i vigili del fuoco avevano effettuato un sopralluogo e confermato la pericolosità dell’impianto, che potrebbe non sostenere il peso della neve sul soffitto.

(da “IL MESSAGGERO del 01/02/2005)

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sui tuoi social utilizzando i bottoni che trovi qui sotto

Translate »
error: I contenuti sono di proprietà di www.circusfans.eu - Contents are owned by www.circusfans.eu.